Tenute Italia

Le tenute Antinori in Toscana e Umbria

Sono le regioni con cui la famiglia Antinori da sempre si identifica con quasi 1400 ettari piantati a vigneto nelle zone maggiormente vocate alla produzione di vini di alta qualità: il Chianti Classico, Bolgheri, Montalcino, Montepulciano, Orvieto, aree ormai famose, ma anche Sovana e la bassa Maremma, realtà emergenti e di grande interesse.

Montenisa, in Franciacorta

La tenuta Montenisa è nel cuore della Franciacorta in Lombardia, sicuramente la zona più vocata per un prodotto di grande qualità. L'azienda è composta da 60 ettari dove sono coltivate le varietà che per tradizione si prestano di più alla produzione del Franciacorta: Chardonnay, Pinot nero e Pinot bianco.

Prunotto, in Piemonte (Alba)

Storica azienda produttrice di grandi vini rossi piemontesi fondata da Alfredo Prunotto nel 1905. Nel 1989 la Marchesi Antinori rileva l'azienda occupandosi prima della distribuzione e poi, nel 1995, anche direttamente della produzione, ponendo particolare attenzione ai vigneti nelle zone più pregiate dell'Albese e dell'Astigiano.

Tomaresca, in Puglia

Carattere, personalità e potenziale qualitativo sono le caratteristiche che il territorio pugliese trasmette alle varietà che vi sono coltivate. E' per questo che sono iniziati, nel 1998, gli investimenti in Puglia da parte della famiglia Antinori che hanno dato vita a Tormaresca. L'azienda è divisa in due tenute situate nelle aree più vocate per la produzione di vini di qualità: la tenuta di Bocca di Lupo, nella DOC Castel del Monte, e Masseria Maìme, nel Salento.

Tenuta Tignanello

Il Vigneto di Solaia

Close

Tenuta Le Mortelle, Castiglione della Pescaia

Vista della Barriccaia

Close